Come accedere al cloud storage come un’unità locale: una guida per il 2020

Dato che Internet è probabilmente il motivo per cui stai utilizzando un computer, è ragionevole presumere che non esiterai a utilizzarlo per accedere al tuo archivio cloud. Detto questo, se utilizzi app offline che ti richiedono di accedere ai file di archiviazione cloud, ti aspetta una sorpresa perché in questo articolo ti diremo come accedere all’archiviazione cloud come un’unità locale. Inoltre, la nostra definizione di “trattamento” può differire dalla tua.


Il cloud storage ti consente di collaborare con gli altri mantenendo i tuoi file nel cloud. In questo modo, puoi condividerli facilmente. Inoltre, se il tuo disco rigido non funziona o qualcuno ruba il tuo laptop, i tuoi file importanti non andranno persi.

Detto questo, l’utilizzo dell’archiviazione cloud come unità locale è diverso dall’utilizzo come unità di rete cloud. Non ti farà risparmiare spazio su disco ma ti consentirà di accedere più velocemente ai tuoi contenuti. Il motivo è che il contenuto dell’archiviazione cloud verrà sincronizzato o scaricato sul computer. Se sei un utente OneDrive, leggi il nostro come mappare OneDrive come articolo sull’unità di rete per informazioni su come configurarlo.

La sincronizzazione ti consente di modificare i file utilizzando programmi offline, quindi invia i file modificati al cloud. L’invio di nuovo dell’intero file è una perdita di tempo perché sarebbe meglio solo inviare la parte modificata. Ecco a cosa serve l’algoritmo di sincronizzazione a livello di blocco. Alcuni dei migliori servizi che lo hanno sono sul nostro miglior cloud storage con elenco di sincronizzazione.

Se sei inciampato qui in cerca di backup, dovresti fare riferimento al nostro elenco dei migliori servizi di backup su cloud e leggere la differenza tra archiviazione cloud e backup. Altrimenti, nel resto dell’articolo, parleremo dei servizi qui, ma il nostro miglior confronto di archiviazione cloud può darti un elenco rapido se preferisci.

pCloud

pCloud è stato lanciato nel 2013 ed è basato negli Stati Uniti. Si trova in cima alla nostra migliore lista di cloud storage grazie al suo eccellente valore, facilità d’uso e buone funzionalità. Come molti altri servizi, utilizza il modello comune di sincronizzazione che consiste in un’icona nella barra delle applicazioni e in una cartella di sincronizzazione. Seguire i passaggi seguenti per installarlo e accedervi.

pcloud-step1-download

Accedi al tuo account pCloud utilizzando l’app Web pCloud e fai clic sul link “download” nella parte superiore della pagina.

pcloud-Step2-os-versione

Da lì, scegli il tuo sistema operativo. Abbiamo usato Windows 10. pCloud funziona anche su macOS e Linux. Se desideri un servizio alternativo per il sistema operativo Apple, leggi il nostro miglior archivio cloud per Mac. pCloud è in cima alla nostra migliore lista di cloud storage per Linux, ma ci sono altri servizi che potrebbero adattarti meglio.

Una volta scaricato e installato il client, eseguilo e accedi con le tue credenziali. Vedrai l’app pCloud e l’unità locale pCloud.

pcloud-step3-pcloud-drive

L’unità pCloud sincronizza i file dal cloud al computer e qualsiasi file inserito verrà sincronizzato con il cloud. Puoi anche impostarlo per sincronizzare gli screenshot. Sfortunatamente, pCloud non offre la sincronizzazione a livello di blocco per accelerare la collaborazione.

pcloud-sync-preferenze

pCloud ti consente di selezionare anche altre cartelle da sincronizzare con il cloud. È inoltre possibile condividere file e cartelle dall’unità pCloud facendo clic con il pulsante destro del mouse e navigando nel menu “condividi”.

pcloud-share-scheda

pCloud è bravo nell’anteprima dei media, motivo per cui è in cima alla nostra lista del miglior archivio cloud per foto e video. Se vuoi saperne di più sulle sue funzionalità e piani tariffari, leggi la nostra recensione di pCloud.

Google Drive

Con 800 milioni di utenti, Google Drive è il servizio di archiviazione cloud più popolare. Non è sorprendente considerando che ha una grande facilità d’uso, potenti funzionalità di collaborazione, tra cui Google Documenti e una rete globale di server che ti consentono di raggiungere una buona velocità di sincronizzazione.

Per accedere alla cartella di sincronizzazione, devi prima accedere al tuo account Google e accedere alla pagina di Google Drive. Quindi, fai clic sulla piccola icona a forma di ingranaggio nell’angolo in alto a destra.

GDrive-step1-gear-icon

Fai clic su “ottieni backup e sincronizzazione per Windows” e scarica il client.

GDrive-Step2-download

GDrive-step3-system-tray-icon

Scegli “backup e sincronizzazione”, scarica il client e installalo. Dopo l’installazione, l’app si avvierà automaticamente ma è possibile utilizzare l’icona nella barra delle applicazioni per avviarla.

GDrive-step4-backup-to-GDrive

Puoi quindi scegliere quale cartella desideri eseguire continuamente il backup su Google Drive e quali file e cartelle desideri sincronizzare sul tuo computer. Una volta terminata la configurazione della sincronizzazione, la cartella di sincronizzazione di Google Drive verrà visualizzata nel gestore del browser di file (su Windows 10, sarà in “accesso rapido”).

GDrive-sync-cartella

Se la sincronizzazione richiede troppe risorse di sistema o larghezza di banda di rete, puoi metterla in pausa facendo clic con il pulsante destro del mouse sull’icona della barra delle applicazioni, facendo clic sul pulsante Impostazioni e scegliendo “Pausa”.

GDrive-sync-pausa

Dallo stesso menu, è possibile accedere alle preferenze, quindi alle impostazioni per modificare le impostazioni di rete per limitare la larghezza di banda che si desidera allocare alla sincronizzazione. Il client consente inoltre di salvare schermate direttamente sul cloud.

Sebbene le velocità di trasferimento di Google Drive siano decenti, potrebbe migliorare ulteriormente le sue funzionalità di collaborazione con la sincronizzazione a livello di blocco. Per vedere quali funzionalità di collaborazione offre insieme ai dettagli sui prezzi, leggi la nostra recensione su Google Drive.

Dropbox

Dropbox, che ha 500 milioni di utenti, è un altro servizio popolare. Ha inventato il modello comune di sincronizzazione e l’algoritmo di sincronizzazione a livello di blocco. Ha velocità elevate e offre una delle migliori esperienze utente sul mercato. In effetti, è il miglior archivio cloud per la sincronizzazione.

Per accedervi come un’unità locale, accedi al tuo account Dropbox utilizzando il client Web, quindi individua la faccia dell’account in alto a destra.

set-step-1

Fai clic sul link “Installa” nel menu.

set-step-2-installazione

Scarica e installa il client desktop. Al termine dell’installazione è possibile eseguire il client dall’icona sulla barra delle applicazioni. Ti chiederà di scegliere come sincronizzare i tuoi file. Seleziona l’opzione che rende i file locali.

dropbox-step-3-scegliere

Puoi aprire la cartella di sincronizzazione di Dropbox facendo clic sull’icona sulla barra delle applicazioni, quindi sull’icona della cartella nel menu in alto.

set-step-4-tray-cartella

Un’altra opzione è quella di aprire il file manager e selezionare “Dropbox”.

-Sync-cartella dropbox

Il client desktop consente di eseguire il backup automatico degli screenshot, limitare la larghezza di banda e utilizzare la sincronizzazione selettiva per scegliere le cartelle che si desidera sincronizzare con il computer. Se ti abboni a Dropbox Professional, ottieni anche la sincronizzazione intelligente, che puoi utilizzare per vedere e accedere ai tuoi file e cartelle senza che occupino spazio sul tuo disco rigido.

Per ulteriori informazioni su Dropbox Professional e altre funzionalità offerte dal servizio, leggi la nostra recensione su Dropbox.

Pensieri finali

L’uso dell’archiviazione cloud come cartella locale è potente perché consente di accelerare il flusso di lavoro utilizzando app offline. Ci vuole più spazio, ma alcuni servizi, come Dropbox, hanno anche un modo per aggirare questo, sebbene l’accesso potrebbe essere più lento. pCloud è un’ottima scelta se lavori con file multimediali e Google Drive è ottimo per la collaborazione sui documenti.

Cosa ne pensi della sincronizzazione con un’unità locale? Vale la pena lo spazio sul disco rigido? Fateci sapere nei commenti qui sotto. Grazie per aver letto.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map