Guida al geoblocking: cos’è e come aggirarla nel 2020?

Potresti pensare che qualsiasi cosa su Internet sia accessibile a chiunque, ma sfortunatamente è lì che sbaglieresti. Il mondo digitale ha più confini di quanto si possa pensare, e questa guida ai geoblocchi dovrebbe aiutarti a capire tutto.


Mentre molti paesi soffrono di una dura censura, altri blocchi e restrizioni sono implementati anche in tutto il mondo, forse senza che te ne accorga. Le restrizioni geografiche possono essere trovate sotto forma di un sito Web bloccato, un servizio di streaming o anche un determinato contenuto, come un video di YouTube. 

I geofiltri sono una delle più grandi forme di blocco di Internet in tutto il mondo. Che ci piaccia o no, la nostra posizione determina ciò che possiamo e non possiamo vedere online. Alcuni paesi, come gli Stati Uniti e il Regno Unito, hanno accesso a una tonnellata di contenuti, ma altri hanno solo una piccola quantità di contenuti accessibili.

Che tu abbia familiarità con i geoblocchi o meno, probabilmente ti starai chiedendo perché e come i siti Web e i servizi online possono sapere dove siamo in primo luogo. Bene, spiegheremo tutto ciò e ti spiegheremo anche come aggirare le restrizioni.

Che cos’è il geoblocking?

Il geoblocking è una tecnica utilizzata dalle aziende che limita l’accesso delle persone ai contenuti in base alla loro posizione geografica. Impedisce alle persone in un paese di accedere al contenuto di un altro. 

Come funziona il geoblocking?

Siti Web e servizi online sono in grado di dire dove ti trovi a causa del tuo indirizzo IP. Un indirizzo IP può sembrare un mucchio di numeri casuali, ma contiene molte informazioni. Gli indirizzi IP vengono assegnati agli ISP, che li assegnano ai clienti. 

Ogni volta che provi a visitare un sito o a utilizzare un servizio online, il tuo indirizzo IP viene inviato con la richiesta in modo che il server sappia dove deve inviare il contenuto. Ecco come i siti web e i servizi online possono identificare la tua posizione.

Quando colpisci un geoblock, puoi essere completamente bloccato, reindirizzato o concesso un accesso parziale. È possibile che venga visualizzato un messaggio di errore in cui si afferma che il contenuto non è disponibile nel proprio Paese o che non si nota nemmeno che si è stati indirizzati alla versione corretta. Ad ogni modo, ci sono diverse ragioni per cui esistono.

Esempi di Geoblocking

Il geoblocking è presente da anni. I codici regionali DVD ne sono essenzialmente una forma, anche se sono basati su hardware. Potresti non averlo capito, ma i geoblock sono imposti anche dai negozi online. Il prezzo da pagare può essere basato sul luogo in cui ti trovi. 

Molte aziende sono colpevoli di discriminare quando si tratta di prezzo, ma potresti anche scoprire che i tuoi mezzi di pagamento non sono accettati o che non puoi registrarti al sito Web o al servizio. 

Questo tipo di geoblocco viene notato di più e l’UE ha aperto la strada alla promozione di pratiche eque. Nel 2015 è stata attuata la strategia per il mercato unico digitale per porre fine alle restrizioni geografiche tra i paesi dell’UE. 

Inoltre, nel 2018 è stato emanato il regolamento sui geoblocchi, che proibisce alcuni tipi di geoblocchi tra gli Stati membri dell’UE, incluso il rifiuto dell’accesso o il reindirizzamento senza prima chiedere l’autorizzazione e il rifiuto del pagamento perché proviene da un altro stato membro dell’UE. 

Streaming geografici

Il geoblocking è particolarmente comune quando si tratta di servizi di streaming. Alcune aziende sono in grado di operare solo in determinati paesi o regioni, quindi implementano un filtro geografico per trattenere i visitatori da altre parti. 

Gli accordi di licenza e copyright limitano ciò che le aziende possono trasmettere in streaming su mercati diversi e i geoblock sono il modo più semplice per le aziende di conformarsi a tali restrizioni.

Un buon esempio è la BBC, l’emittente britannica di servizio pubblico disponibile per tutti i residenti nel Regno Unito. La BBC iniziò a trasmettere nel 1922, quindi ovviamente non c’erano servizi online. Per stare al passo con i tempi, però, la BBC ha lanciato il suo servizio di streaming e recupero, BBC iPlayer, nel 2007. 

BBC iPlayer include TV in diretta, eventi sportivi, spettacoli e film su richiesta, nonché contenuti esclusivi, tutti online, ma è disponibile solo per le persone nel Regno Unito. Se provi ad accedervi dall’esterno della regione, verrai accolto con un messaggio che dice che il contenuto è disponibile solo nel Regno Unito (la nostra migliore VPN per BBC iPlayer può aiutare, tuttavia).

Lo stesso vale per altre piattaforme di streaming e può essere fastidioso scoprire che se sei in vacanza, non puoi accedere al servizio per cui stai pagando. 

Geoblocking nell’UE

La normativa UE richiede che i fornitori di contenuti online – come Netflix o Amazon Prime (leggi la nostra migliore VPN per Amazon Prime Video) – forniscano la stessa estensione di servizi anche se un cliente si trova temporaneamente in un paese dell’UE diverso da dove specificato al momento della firma su. Tuttavia, questo varierà per gli altri utenti di tutto il mondo.

I creatori di video di YouTube hanno la possibilità di posizionare anche i geoblock sui loro contenuti, quindi potresti scoprire che un video di YouTube è bloccato. Alcuni Paesi bloccano del tutto YouTube, ma è facile capire come guardare i video di YouTube bloccati nel tuo Paese.

Inoltre, Youku – la versione cinese di YouTube – ha alcuni fantastici contenuti cinesi, così come alcuni spettacoli e film in inglese. Non è possibile accedervi al di fuori della Cina, il che non sorprende, data la posizione della Cina sulla censura e sul suo restrittivo Great Firewall. Se vuoi ottenere l’accesso, la nostra guida su come sbloccare Youku può aiutarti.

Netflix Geoblocking

Il complesso geoblocking di Netflix non significa solo che non puoi guardare il film o lo spettacolo dispari, ha una libreria di contenuti diversa per ogni paese in cui è disponibile. Il servizio di streaming è disponibile in 190 paesi e viene prodotta la maggior parte di ciò che è disponibile da altre società.

Queste aziende possono dire dove vengono mostrati i contenuti e poiché spesso hanno accordi con altre reti, Netflix potrebbe non essere in grado di mostrare qualcosa nello stesso paese. Inoltre, sebbene Netflix stia producendo sempre più contenuti propri, alcuni di essi possono essere visualizzati solo in determinate località.

Netflix U.S. ha la più grande biblioteca, quindi è comprensibile che molte persone vorrebbero accedervi. Ad esempio, anche se è solo oltre confine, il geoblocking in Canada rende i contenuti della propria versione di Netflix diversi da quelli degli Stati Uniti.

Ci sono molti articoli su Netflix da scoprire su Cloudwards.net, ma il nostro articolo su come battere il divieto di Netflix VPN dovrebbe aiutarti a capire un po ‘meglio tutto il geoblocking. Inoltre, sebbene Netflix non sia l’unico servizio di streaming ad avere restrizioni basate sulla regione, fornisce un ulteriore ostacolo da superare, che vedremo tra un minuto.

Come bypassare il geoblocco

Non è difficile aggirare il geoblocco e probabilmente chi lo conosce lo ha già capito. Poiché Netflix fornisce contenuti in base alla posizione mostrata dal tuo indirizzo IP, la modifica dell’indirizzo IP nel Paese desiderato ti consentirà di aggirare tali restrizioni (abbiamo molti articoli sull’indirizzo IP che ti indirizzeranno verso una VPN specifica per Paese).

Un modo semplice per farlo è con un proxy. Maschera il tuo vero indirizzo IP con il suo, ingannando il server ricevente nel pensare che tu abbia sede da qualche altra parte. Tuttavia, sebbene possa essere un modo semplice per aggirare le restrizioni regionali, non è il modo migliore. 

Proxy

I server proxy sono una cattiva scelta in termini di sicurezza. Anche se sembrerà di trovarti in un’altra posizione, il tuo vero indirizzo IP può essere rivelato attraverso la traccia di base del percorso. Puoi leggere di più al riguardo nella nostra guida VPN vs. proxy vs. Tor.

Anche se non stai cercando di cambiare la tua posizione e desideri semplicemente utilizzare un proxy per PornHub, è una cattiva idea. Non sarai protetto dagli accumuli di pop-up dannosi che quei siti evocano. Se cerchi un’azione da solista, dovresti dare un’occhiata alla nostra migliore VPN per il pezzo porno.

VPN

Una scelta più sicura è utilizzare una rete privata virtuale. Una VPN non ti consentirà solo di falsificare la tua posizione con un clic di un pulsante, ma crittograferà anche la tua connessione. Sarai tunnelato attraverso una rete privata che nasconde il tuo indirizzo IP e fornisce anche protezione da altri pericoli online, come il crimine informatico. 

Le VPN sono un’ottima scelta se ti trovi dietro blocchi regionali o altri ostacoli, ad esempio se sei bloccato su Snapchat o se devi sbloccare Instagram.

Tutti i provider nelle nostre recensioni VPN sono in grado di cambiare il tuo indirizzo IP in quello di un’altra posizione. Alcuni hanno un numero maggiore di posizioni server tra cui scegliere rispetto ad altri. 

ExpressVPN, che è una delle migliori opzioni VPN in cui puoi investire, ha server in 94 paesi. HideMyAss ha una copertura ancora più ampia, con server in 190 paesi, ma nel complesso non è la scelta migliore. 

Questo perché HideMyAss non è sicuro come ExpressVPN, né eccellere in altre funzionalità incluse. Con ExpressVPN, puoi cambiare facilmente la tua posizione, oltre a proteggerti da eventuali problemi online che incontri. 

Puoi leggere la nostra recensione ExpressVPN per vedere quanto è buono e la nostra recensione HideMyAss per vedere perché le posizioni da sole non lo tagliano.

Entra in Netflix

Quando si tratta di accedere a Netflix, dovrai saltare alcuni altri cerchi. In teoria, dovrebbe funzionare allo stesso modo di bypassare qualsiasi altro geoblock, ma Netflix ha messo in atto uno dei sistemi di rilevamento VPN più sofisticati, rendendolo un processo molto più difficile.

I distributori con cui Netflix aveva collaborato si resero conto che stavano perdendo soldi perché le persone stavano guardando gli spettacoli su Netflix. Hanno fatto pressione su Netflix per impedire alle persone di utilizzare le VPN per accedere a determinati programmi e film. Nel gennaio 2016, Netflix ha annunciato che avrebbe bloccato le VPN e quindi è nata la sua barriera VPN.

Da quel momento in poi, gli utenti si sono ritrovati bloccati dietro l’errore proxy Netflix, il che significa che non potevano affatto guardare Netflix a meno che non avessero disattivato la VPN. A sua volta, ciò significava che non potevano più accedere alla biblioteca di un altro paese.

Per fortuna, alcune VPN hanno trovato il modo di aggirare il radar VPN di Netflix e la nostra migliore VPN per Netflix ha alcune buone scelte.

Pensieri finali

Ora sai cos’è il geoblocking e perché viene utilizzata la tecnica. Molte aziende applicano restrizioni regionali e, sebbene Netflix sia un po ‘più complicato, non è difficile aggirarle. Tutto ciò che serve è una VPN decente che abbia una buona copertura del server per aggirare la maggior parte dei blocchi. Tieni a mente la tua sicurezza quando ne scegli una. 

Considerando le posizioni dei suoi server, la sicurezza e la possibilità di accedere a Netflix, ExpressVPN è l’opzione migliore. Copre più di 90 paesi, ha un’eccellente sicurezza e può facilmente accedere a Netflix. Inoltre, ha altre funzionalità utili, che vale la pena investire. È prevista anche una garanzia di rimborso di 30 giorni, nel caso in cui cambi idea.

Facci sapere della tua esperienza con i geoblocchi – e come li hai aggirati – nella sezione commenti. Mentre sei qui, dai un’occhiata anche ai nostri articoli VPN e articoli di intrattenimento. Come sempre, grazie per aver letto.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map