Recensione iCloud Drive – Aggiornamento 2020

Recensione di iCloud Drive

La soluzione di archiviazione cloud integrata di Apple offre facilità d’uso e ottimi prezzi, ma gli utenti avanzati possono sentirsi frustrati a causa della sua funzionalità limitata.


Recensioni su Cloud Storage

iCloud Drive è uno dei servizi di archiviazione cloud più utilizzati sul mercato, in gran parte dato che viene preimballato con tutti i prodotti Apple. Nonostante questa posizione quasi monopolistica, il servizio offre velocità e affidabilità a un prezzo decente, anche se passare a un altro dei nostri migliori fornitori di cloud storage può essere una vera seccatura.

Tuttavia, iCloud Drive non è privo di problemi: il suo client per PC è mal concepito, non offre il controllo delle versioni dei file e la condivisione dei file con iCloud Drive è ancora in corso. Per uno sguardo a come si accumula a un settore forte, controlla il nostro articolo di confronto Dropbox vs iCloud. 

Apple offre 5 GB di spazio di archiviazione iCloud Drive gratuitamente, quindi puoi provarlo tu stesso senza rischi su www.apple.com. Continua a leggere questa recensione di iCloud Drive per vedere dove eccelle e dove non è all’altezza. Tieni presente che se stai cercando una soluzione di backup per Mac, potresti invece provare IDrive. Per scoprire perché, dai un’occhiata al nostro articolo iCloud vs IDrive.

Punti di forza & Punti di debolezza

Alternative per iCloud Drive

Caratteristiche

L’attrazione principale di iCloud Drive è la sua integrazione con dispositivi, servizi e altre app di terze parti di Apple che Apple ha inserito nel suo ecosistema strettamente controllato. Non è eccezionale su altri fronti, però.

La condivisione dei file è ancora in versione beta, non supporta il controllo delle versioni e l’applicazione Windows sembra un ripensamento impacciato.

Quello che ottieni è un unico posto in cui la maggior parte delle tue app sarà in grado di archiviare informazioni e l’ottimizzazione dello storage automatico. Quelli insieme funzionano in modo molto fluido per risparmiare spazio sul disco rigido

Chiunque abbia a che fare con i piccoli dischi rigidi comuni con molti dispositivi Mac sarà sollevato dalla facile gestione dello storage. Coloro a cui piace controllare manualmente quali contenuti si sincronizzano e quali sono mantenuti nel cloud rimarranno delusi. La sincronizzazione selettiva non è un’opzione con iCloud Drive.

Prezzi

La maggior parte dei prodotti Apple non costa poco, ma i prezzi di iCloud Drive sono sorprendentemente competitivi. Ciò nonostante non offra sconti per gli abbonamenti annuali, come fanno molti altri servizi nel nostro miglior grafico di confronto per l’archiviazione cloud.

Chiunque può ottenere gratuitamente 5 GB di spazio di archiviazione iCloud. Sono tre i gigabyte in più di quelli che ricevi gratuitamente con Dropbox, ma non si avvicina alla classifica delle nostre prime cinque scelte per l’archiviazione cloud gratuita.

Il valore con iCloud Drive arriva quando inizi a pagare per l’archiviazione.

Molti servizi di archiviazione cloud offrono un’opzione da 1 TB. iCloud no, ma ti dà 2 TB per $ 9,99. È lo stesso prezzo di 1 TB con Google Drive e Dropbox. È, tuttavia, due dollari in più rispetto al piano da 2 TB di Sync.com (controlla la nostra recensione Sync.com e la recensione Dropbox per la suddivisione dei loro schemi di prezzi).

Per gli utenti che hanno bisogno di meno spazio, iCloud ha piani di archiviazione da 50 GB e 200 GB, quindi non devi pagare per lo spazio di archiviazione che non ti serve.

Facilità d’uso

iCloud è estremamente facile da usare, ma solo se si utilizzano dispositivi Apple. Le impostazioni per iCloud sono integrate direttamente nelle preferenze di sistema su macOS e puoi controllare rapidamente il tuo utilizzo da “Informazioni su questo Mac”.

Anche l’integrazione con il desktop Mac è conveniente, rendendo gli elementi desktop disponibili su qualsiasi altro dispositivo sincronizzato con il tuo account iCloud.

Sfortunatamente, tuttavia, oltre a ciò la facilità d’uso di iCloud è discutibile. L’interfaccia del browser è estremamente limitata e il client iCloud per Windows è spaventoso.

Mentre iCloud fa un ottimo lavoro sincronizzando i prodotti Apple, l’app di Windows si sente disconnessa. Invece di sincronizzare la tua libreria di foto, iCloud utilizza tre cartelle separate su Windows: download, upload e condivisi.

La cartella dei download inoltre non aggiunge automaticamente le foto precedentemente scaricate. Questo aiuta a limitare l’uso dello spazio di archiviazione, ma rende anche incompleta la tua libreria di foto su Windows.

iCloud-Windows-Foto-Integrazione

Le cartelle delle app non sono disponibili anche su Windows. In molti casi, non ti serviranno comunque poiché le app per cui memorizzano i file possono essere eseguite solo su macOS o iOS. Tuttavia, se ne hai bisogno, dovrai trasferirli manualmente o prendere in considerazione un’altra soluzione di archiviazione cloud se stai utilizzando un PC.

Nemmeno il client macOS è perfetto. Ad esempio, quando si visualizza lo stato di sincronizzazione dei file, iCloud presenta alcuni bug. Normalmente, i file non sincronizzati hanno degli indicatori speciali che li sovrappongono.

Spesso le cartelle non hanno un’icona di stato, che indica normalmente che sono sincronizzate. Tuttavia, nei test ho scoperto che spesso non era il caso. Altre cartelle hanno mostrato che non si erano sincronizzate fino a quando non ho fatto clic su di esse, dopo di che avrebbero immediatamente cambiato il loro stato.

iCloud funziona davvero senza problemi per la maggior parte del tempo, ma ci sono sicuramente frustrazioni. Chiunque usi un PC Windows più che occasionalmente dovrebbe considerare altre opzioni, come una delle nostre migliori soluzioni di archiviazione cloud per Windows.

Condivisione di file & sincronizzazione

La sincronizzazione dei file è semplice con iCloud. Se stai utilizzando macOS, sia la cartella dei documenti che il desktop sono sincronizzati per impostazione predefinita.

iCloud sincronizzerà anche le immagini archiviate in Apple Photos.

Anche altri servizi Apple si sincronizzano tramite iCloud. Ciò include Promemoria, Note, Siri e Calendari. Anche le impostazioni di sistema possono essere sincronizzate tra i dispositivi.

La sincronizzazione si estende anche alle numerose app di terze parti che si integrano con iCloud. A volte ci sono problemi con le cartelle sincronizzate appartenenti ad app di terze parti che non vengono visualizzate in iCloud Drive e che le cartelle delle app eliminate non vanno via.  

Nel complesso, la sincronizzazione è in realtà una delle funzionalità più potenti di iCloud Drive, a patto che tu rimanga fedele ai prodotti Apple.

Le capacità di condivisione di iCloud non sono così forti. Infatti, storicamente, iCloud non ha avuto un supporto globale per la condivisione, a differenza della maggior parte dei principali servizi di archiviazione cloud. Apple ha aggiunto funzionalità di condivisione su base individuale per app native come Note, Keynote, Numbers e Pages.

Tuttavia, la condivisione dall’interno dell’applicazione iCloud Drive è attualmente disponibile nella versione beta di iOS 11 e macOS High Sierra. Le versioni ufficiali usciranno questo autunno.

L’implementazione finora sembra forte. Molti provider di archiviazione cloud richiedono l’utilizzo dell’interfaccia Web per condividere i file. La funzione di condivisione beta di iCloud può essere utilizzata in modo nativo nel Finder. Fai clic destro sull’elemento, vai su “condividi” e fai clic su “aggiungi persone”.

Puoi impostare le autorizzazioni per consentire ad altri di modificare i tuoi file e condividere i tuoi contenuti. In qualsiasi momento, puoi anche terminare la condivisione in modo che il file diventi di nuovo esclusivamente tuo.

La nuova funzionalità non supporterà, tuttavia, la protezione con password per i collegamenti o consentirà di impostare date di scadenza dei collegamenti come fanno alcuni servizi di archiviazione cloud, tra cui Dropbox, Sync.com e pCloud.

La prossima funzione di condivisione è limitata anche ai singoli file.

Non puoi condividere cartelle, quindi iCloud non sarà ancora lo strumento migliore per progetti più grandi che richiedono l’accesso a molti file. Per la collaborazione, una soluzione di archiviazione cloud come Google Drive è una scommessa migliore (leggi la nostra recensione su Google Drive per il quadro completo). Inoltre, tieni presente che le funzionalità beta sono soggette a modifiche.

Velocità

Uno dei maggiori difetti di iCloud è la sua velocità.

Per valutare la velocità con cui iCloud trasferisce i file, ho condotto diversi test di velocità utilizzando una cartella gigabyte zippata che Cloudwards.net utilizza per i test. La connessione Ethernet utilizzata per condurre i test ha una velocità media di 29,54 Mb / se giù e 5,88 Mb / s su.

Ecco i risultati:

File di prova (846.2 MB) Tempo di caricamento: Velocità di caricamento: Tempo di download: Velocità di download:
Test 1:19:425.81MB / s22:275.07MB / s
Test 2:19:655.74MB / s19:785.70MB / s
Media:19:535.76MB / s21:035.30MB / s

Questi numeri non sono buoni. iCloud impiega quasi 20 minuti per caricare una cartella da 1 GB, il che non è terribile, soprattutto con velocità di 5,88 Mb / s. Tuttavia, il fatto che siano stati necessari più di 20 minuti per scaricare la stessa cartella è un grattacapo. La metà di quel tempo sarebbe stata accettabile.  

Questi risultati sarebbero abbastanza frustranti da soli, ma l’icona di stato buggy di iCloud rende difficile sapere quando i file sono veramente sincronizzati. Con Apple che insegue un’esperienza completamente fluida in cui tutto funziona e basta, sincronizzare i problemi è ancora più fastidioso.

Sicurezza & politica sulla riservatezza

Chiunque ricordi la fuga di foto di iCloud del 2014 potrebbe essere sorpreso di vedere un punteggio elevato per sicurezza e privacy. È importante affrontare l’incidente. L’hacker responsabile in realtà non è stato in grado di utilizzare un attacco di forza bruta e ha fatto affidamento sul phishing per ottenere informazioni su username e password delle celebrità.

L’episodio è più un promemoria per usare una password complessa per proteggere il tuo account, piuttosto che un errore di sicurezza da parte di Apple.

Apple ha alcune discrete funzionalità di sicurezza per aiutarti a proteggere i tuoi contenuti iCloud Drive e un articolo su come sfruttarli.

Una di queste funzionalità è l’autenticazione a due fattori, che funziona controllando i dispositivi attendibili prima di consentire gli accessi. Sui dispositivi che iCloud Drive non riconosce, ti verrà chiesto di inserire un codice di sei cifre inviato al tuo dispositivo mobile.

Sui server iCloud Driver, i tuoi dati vengono crittografati utilizzando AES a 128 bit, un protocollo quasi indistruttibile. Vale la pena notare, tuttavia, che la posta, archiviata anche su iCloud, è un’eccezione e non crittografata a riposo. iCloud Drive utilizza anche TLS per proteggere i dati in transito.

Tuttavia iCloud Drive non è un provider a conoscenza zero. Mentre alcuni dei servizi Apple, come iMessage, sono crittografati end-to-end in modo che Apple non possa mai accedere ai tuoi dati, iCloud Drive non ottiene lo stesso trattamento. Ciò significa che Apple detiene le chiavi di crittografia dei tuoi file iCloud Drive, che potrebbero essere potenzialmente rubate o utilizzate per consegnare i tuoi file in un ordine del tribunale.

Tuttavia, Apple è stata abbastanza sicura e non è molto collaborativa con le forze dell’ordine. Per l’utente medio, iCloud sarà molto sicuro. Tuttavia, se la sicurezza completa è della massima importanza per te, verrai meglio servito con un provider a conoscenza zero come Sync.com.

Anche la privacy è protetta da Apple. Le tue informazioni non verranno vendute agli inserzionisti e Apple registra i dati di utilizzo a fini di sviluppo solo con il tuo consenso.

Assistenza clienti

È interessante valutare l’assistenza clienti per iCloud Drive. Quando si considera l’assistenza clienti del servizio cloud, uno degli svantaggi più frequenti che incontriamo è la mancanza di supporto telefonico. Per iCloud Drive, tuttavia, mancano altre opzioni.

Se cerchi aiuto per iCloud sul sito Web di Apple, puoi ottenere risposte in due modi: al telefono o tramite la pagina della community di iCloud. Non esiste supporto via e-mail o chat. Mentre l’inclusione del supporto telefonico è fantastica, il miglior servizio clienti viene fornito con una scelta.

Il sistema di chiamata è molto buono. Apple evita fastidiose attese al telefono dandoti la possibilità di una richiamata.

La comunità di supporto è meno impressionante. I membri sono spesso utili e possono darti soluzioni alternative ai problemi, ma molte delle domande poste dalle persone cadono sotto il radar. Ad esempio, a questa domanda sulla condivisione di cartelle di note non è mai stata data risposta nonostante altri otto utenti abbiano selezionato “Anch’io ho questa domanda”.

Sfortunatamente, non è un caso isolato. Il supporto attraverso il forum è un lancio di dadi. Potresti trovare la risposta esatta di cui hai bisogno o essere completamente sfortunato con la tua domanda che rimane per sempre nel vuoto della comunità di supporto.

Poiché Apple ha negozi fisici, è in grado di offrire di persona aiuto per iCloud Drive, qualcosa che pochi altri provider di cloud storage possono rivendicare. Questa opzione è ideale per chi non è molto esperto di tecnologia e ha bisogno di una guida passo-passo.

Sebbene più opzioni sarebbero state una gradita inclusione quando si cerca aiuto con iCloud Drive, il supporto complessivo è solido. I “geni” di Apple in negozio sanno cosa stanno facendo e gli operatori di chiamata sono utili.

Il verdetto

iCloud Drive non è la soluzione per tutti. Ci saranno molte persone che vedono alcuni dei problemi discussi in questa recensione come rompicapo. Se hai bisogno di una soluzione di archiviazione a conoscenza zero, di un potente strumento di collaborazione o di utilizzare Windows in modo esteso, considera altre opzioni.

Per l’utente medio di Apple, tuttavia, iCloud Drive è un servizio solido che consente ai dispositivi di lavorare insieme a un prezzo competitivo. È già integrato nel sistema operativo, quindi devi solo iniziare a usarlo.

Cosa ne pensi della soluzione di archiviazione cloud di Apple? Lo consiglieresti o preferiresti optare per un altro servizio dalle nostre recensioni di cloud storage? Facci sapere nei commenti qui sotto, grazie per aver letto.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map