Recensione Amazon Drive – Aggiornato 2020

Recensione di Amazon Drive

Un notevole miglioramento rispetto alle versioni precedenti, Amazon Drive presenta alcuni troppi problemi per essere considerato un ottimo provider di archiviazione cloud.


Recensioni su Cloud Storage

Le recensioni di Amazon Drive non sono state generalmente gentili. A guidare l’elenco dei reclami è stata la mancanza di una funzione di sincronizzazione, il pilastro dello storage nel cloud. Tuttavia, molto è cambiato, incluso il suo nome (era Amazon Cloud Drive), e con poca fanfara il servizio è diventato molto migliore. Di fatto, ha recentemente reso la nostra lista delle dieci migliori alternative di Dropbox principalmente per il suo eccellente valore.

Se il servizio di cloud storage di Amazon merita una prima, seconda o decima occhiata da te dipenderà in gran parte dalle tue esigenze. Esistono ancora alcuni problemi con il servizio, tra cui la mancanza di strumenti di produttività e nessuna crittografia lato server.

Se sei pronto a provare il servizio, puoi registrarti per 5 GB di spazio di archiviazione gratuito più spazio di archiviazione fotografico illimitato andando su Amazon Cloud Drive. Se stai ancora decidendo, la seguente recensione di Amazon Drive ti aiuterà a determinare dove si trova rispetto ai migliori servizi di archiviazione cloud.

Punti di forza & Punti di debolezza

Alternative per Amazon Drive

Caratteristiche

Amazon Drive si trova in un posto molto migliore rispetto a un anno fa quando si tratta di funzionalità, ma ha ancora del lavoro da fare.

Uno dei maggiori problemi che Amazon Drive aveva in precedenza era che non aveva un client di sincronizzazione, che gli impediva di competere come un serio servizio di archiviazione cloud. Da allora Amazon ha corretto quel problema e ora utilizza lo stesso modello di cartella di sincronizzazione reso popolare da Dropbox. Ha anche app per smartphone per Android e iOS.

Ancora meglio, utilizza la copia di file a livello di blocco durante la sincronizzazione del contenuto. Questo metodo di copia dei file produce sincronizzazioni più veloci perché copia solo le parti dei file che sono state modificate anziché ritrasmettere l’intero file. È l’unico servizio di cloud storage che conosciamo oltre a Dropbox ed Egnyte che lo fa.

Amazon Drive offre anche notifiche sulla barra delle applicazioni che ti avvisano dell’attività e ti consentono di limitare la velocità di sincronizzazione.

Le anteprime dei file sono disponibili per i tipi di file comuni, comprese le estensioni di Microsoft Office. Puoi anche visualizzare foto e guardare video. Puoi archiviare musica, ma non puoi riprodurla direttamente dall’interfaccia web di Amazon Drive. Tuttavia, Amazon Music dovrebbe essere in grado di accedere alla tua cartella musicale (lo ha fatto per noi).

Amazon Drive non include integrazioni di produttività lavorativa come Office Online e Google Docs, che è probabilmente il suo più grande handicap residuo come alternativa a Dropbox, Google Drive o OneDrive. Più stranamente, il servizio non esegue ancora il controllo delle versioni dei file, il che allontanerà alcuni utenti. Altri due grandi mancati sono la crittografia a riposo e la protezione tramite password per i collegamenti.

Mentre Amazon Drive ha alcune fantastiche funzionalità, è chiaro che c’è ancora molto lavoro da fare.

Prezzi

Amazon Drive ti offre 5 GB di spazio di archiviazione gratuito. Sono 3 GB in più rispetto a Dropbox, ma non si avvicina al posizionamento di Amazon Drive nel nostro elenco dei migliori provider di archiviazione cloud gratuiti. Tuttavia, se sei un membro di Amazon Prime, puoi archiviare un numero illimitato di foto.  

Se 5 GB non sono sufficienti, Amazon Drive ha attualmente 13 piani di archiviazione disponibili, il che rende l’opzione di archiviazione cloud con abbonamento più flessibile che abbiamo già visto, persino battendo Google Drive. Inoltre, le tariffe sono più che ragionevoli.

Amazon Drive aveva un piano di archiviazione illimitato per soli $ 60 al mese. Tuttavia, la società ha interrotto il suo piano di archiviazione illimitato a giugno 2017. Sebbene ciò potrebbe essere deludente, il piano di archiviazione da 1 TB da 60 dollari di Amazon Drive è circa $ 40 in meno rispetto a quelli offerti da Dropbox e Google Drive.

Purtroppo, Amazon Drive non ha un programma di riferimento per ottenere ulteriore spazio di archiviazione gratuito. Se è qualcosa che ti interessa, Sync.com ti offre anche 5 GB di spazio di archiviazione gratuito, oltre a un gigabyte aggiuntivo per ogni amico che fai riferimento (leggi la nostra recensione su Sync.com per maggiori dettagli).

Facilità d’uso

Se hai già un account Amazon Prime, puoi accedere al sito Web Amazon Drive con le stesse credenziali e avere accesso immediato ai tuoi 5 GB di spazio di archiviazione gratuito. L’interfaccia utente è piuttosto semplice e non dovrebbe dare alla maggior parte delle persone alcuna difficoltà, indipendentemente dal fatto che abbiano già usato il cloud storage o meno.

Per caricare un file, fai clic sul pulsante “carica” ​​nell’angolo in alto a sinistra. Puoi caricare un singolo file o un’intera cartella. Puoi anche creare cartelle e trascinare i file dall’interfaccia utente.

I client desktop sono disponibili per PC e Mac. L’installazione è veloce e crea una cartella di sincronizzazione nel tuo file system.

Tutti i file che vanno in questa cartella vengono inviati al cloud. Se hai altri computer con client di sincronizzazione installati, anche questi file verranno passati a loro. Ciò significa che è possibile apportare modifiche ai file e accedere alle versioni modificate da altri dispositivi senza doverle trasferire manualmente.

Il menu della barra delle applicazioni di Amazon Drive ti consente di controllare rapidamente lo stato del caricamento dei file e di gestire le tue impostazioni facendo clic su “Preferenze”.

Abbiamo anche testato l’app Android per valutare l’esperienza mobile generale. Le app mobili ti consentono di accedere ai tuoi file e inviare contenuti sul telefono al cloud, comprese le foto

Nel complesso l’esperienza non ti lancia palle curve e il design ci piace un po ‘. Amazon Drive non fa nulla di spettacolare quando si tratta dell’esperienza dell’utente, ma non delude neanche.

Condivisione di file & sincronizzazione

Amazon Drive offre la condivisione di file e cartelle di base che può essere avviata dall’interfaccia Web, dalla cartella di sincronizzazione o dalle app mobili. Puoi condividere il contenuto facendo clic su di esso e facendo clic sul pulsante “condividi”.

Sono disponibili diverse opzioni per condividere i contenuti: puoi generare un link, inviare un’e-mail o pubblicare i tuoi contenuti direttamente su Facebook o Twitter.

È abbastanza conveniente, ma Amazon ha del lavoro da fare per rendere la condivisione di file sicura come un servizio come Sync.com o Dropbox. Le funzionalità mancanti includono la possibilità di proteggere con password i collegamenti e di inserire le date di scadenza dell’accesso su di essi.

Almeno Amazon Drive ha una scheda “condivisa” per controllare rapidamente i contenuti che hai condiviso. Questo è qualcosa che molti servizi di archiviazione cloud, tra cui Google Drive, trascurano. 

Amazon ti consente anche di condividere cartelle, ma non consente agli utenti di modificare le autorizzazioni per caricare file in tali cartelle. Ciò limita fortemente il suo utilizzo per la collaborazione.

La sincronizzazione, come abbiamo detto, è ora un’opzione con Amazon Drive e il team di sviluppo ha persino aggiunto funzionalità di sincronizzazione a livello di blocco. Ciò spinge Amazon Drive davanti alla maggior parte della concorrenza per quanto riguarda la sincronizzazione dei dispositivi.

Ad essere onesti, tuttavia, i servizi a conoscenza zero come Sync.com e SpiderOak non possono incorporare la sincronizzazione a livello di blocco perché la crittografia privata e la sincronizzazione a livello di blocco non funzionano bene insieme. Amazon Drive include anche una funzione chiamata sincronizzazione selettiva che ti consente di disattivare la sincronizzazione per determinati file in modo che non vengano salvati sul tuo disco rigido.

L’unico problema che abbiamo con l’approccio di Amazon Drive alla sincronizzazione selettiva è che quando disattivi la sincronizzazione, non puoi più vedere quelle cartelle nella tua cartella di sincronizzazione. Apprezziamo meglio l’approccio di Dropbox, che semplicemente tagga i contenuti che non sono disponibili offline ma ti consentono comunque di vedere tutto.

Velocità

Come al solito durante la valutazione di un servizio di archiviazione cloud, abbiamo deciso di dare una rapida occhiata a come Amazon Drive gestisce i caricamenti e i download di file. Come la maggior parte dei fan della tecnologia, abbiamo poca pazienza.

I nostri test sono stati eseguiti utilizzando una cartella di test da 10 GB che utilizziamo per i test di routine. I test sono stati eseguiti da un luogo vicino a Boston, nel Massachusetts, tramite una connessione WiFi con velocità di download di circa 200 Mbps e velocità di upload di circa 12 Mbps.  

Ecco i nostri risultati:

Test 1: Test 2: Media:
Caricare:15:5016:5016:20
Scarica:02:1001:5002:00

Circa quindici minuti per gigabyte riguardano il punto in cui ci piace vedere i caricamenti, mentre due minuti per i download sono un po ‘più veloci della media.

Queste velocità sono anche per i trasferimenti di file iniziali. Con la sincronizzazione a livello di blocco, ricorda che ogni volta che vengono apportate modifiche a un file già copiato altrove, dovresti aspettarti di vedere gli aggiornamenti in modo significativamente più veloce rispetto ai tempi pubblicati sopra.

Amazon Drive ti consente anche di limitare la velocità di upload e download se trovi che la sincronizzazione influisce sulle risorse del tuo sistema. Tuttavia, durante i nostri test non abbiamo trovato questo il caso. Durante i test successivi, siamo stati in grado di trasmettere in streaming video di YouTube mentre la sincronizzazione era in corso senza problemi.

Sicurezza

Una buona sicurezza del cloud inizia con la crittografia, che in questi giorni dovrebbe essere un’aspettativa di base. Sfortunatamente, Amazon Drive inciampa dal gate non riuscendo a crittografare i dati degli utenti a riposo sui propri server.

Siamo diventati sospettosi quando non siamo riusciti a trovare alcuna menzione del protocollo di crittografia che utilizza online, quindi abbiamo ricontrollato con il supporto di Amazon Drive. Dopo alcuni runaround confusi (vedi supporto, di seguito), abbiamo finalmente ottenuto la conferma che i dati non vengono crittografati.

La sicurezza del data center stesso con Amazon, d’altra parte, dovrebbe essere eccellente. Il cloud Amazon Drive utilizza la stessa rete di server utilizzata da Amazon per Amazon S3 e i suoi dati interni.

Amazon supporta l’autenticazione a due fattori per le credenziali di accesso, che puoi attivare attraverso la pagina del tuo account Amazon.com. Queste sono le stesse credenziali utilizzate per le piattaforme di eCommerce, Amazon Video e Amazon Drive. Le credenziali a due fattori impediscono a una password debole o rubata di consentire a qualcun altro di accedere al tuo account.

A parte questo, però, non è una buona notizia. In genere consigliamo agli utenti di prendere la propria privacy nelle proprie mani, ma nel caso di Amazon Drive è molto più importante farlo.

Se decidi di utilizzare Amazon Drive, ti consigliamo di crittografare prima i tuoi file utilizzando un servizio come Boxcryptor.

Supporto

Il supporto di Amazon Drive è inferiore alla media ed è principalmente dovuto al fatto che Amazon collega il supporto per tutti i suoi servizi insieme. Ciò significa che i rappresentanti dell’assistenza gestiscono la piattaforma di eCommerce, Amazon Video, Amazon Music, Amazon Drive e tutto il resto, portando a problemi con lacune di conoscenza. Il risultato netto è che mentre sono disponibili sia il supporto via email sia la chat dal vivo, è un po ‘difficile ottenere risposte dirette alle tue domande.

Ad esempio, abbiamo inviato un’e-mail all’assistenza clienti di Amazon ponendo più domande sulla sincronizzazione a livello di blocco, i protocolli di crittografia e altre domande tecniche. In risposta, abbiamo ricevuto un’email che ci collega alla politica sulla privacy di Amazon, assicurandoci che nessuno su Amazon acceda ai nostri file e facendoci sapere che i file sono archiviati “All’interno di Amazon Simple Storage Service (S3); la stessa infrastruttura di archiviazione dati altamente scalabile, affidabile, veloce che Amazon utilizza per gestire la propria rete globale di siti Web “.

Frustrati, abbiamo invece aperto una sessione di chat con Amazon e fatto una semplice domanda: i file archiviati su Amazon Drive sono crittografati?

Ecco la risposta che abbiamo ricevuto: “Sì, se accedi, sei idoneo all’accesso. Gli altri non possono accedere ai tuoi file senza il tuo accesso. “

Ok, non volevamo esattamente che volessimo sapere, quindi abbiamo chiarito la domanda e dopo alcuni minuti ci è stato comunicato che a volte Amazon ci fa passare un processo di verifica in due passaggi su dispositivi sconosciuti. Non è ancora quello che stavamo cercando.  

Imperterrito, ci riprovammo. Alla fine, dopo un’attesa prolungata, il tecnico è tornato con la risposta: “Poiché ho verificato che non ci sia crittografia, sarà la stessa che hai caricato”.

La risposta, quindi, è che no, Amazon non crittografa ancora i tuoi file sui suoi server ma che “ci saranno cambiamenti”. Abbiamo cercato di scoprire quando potrebbero verificarsi questi cambiamenti, ma quella discussione non è andata da nessuna parte.

La buona notizia è che i tecnici Amazon sono disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7, gli agenti di chat sono prontamente disponibili e le e-mail ricevono risposta entro un giorno sulla base dei nostri test. Devi solo essere un po ‘persistente e non accontentarti di risposte irrilevanti.

Il verdetto

Amazon Drive ha fatto molta strada nell’ultimo anno e ora si presenta come un’opzione di archiviazione cloud praticabile in molti modi. Ha un prezzo estremamente competitivo e ti consente di archiviare un numero illimitato di foto, sebbene costi e spazio di archiviazione non siano mai stati un problema. La differenza più grande è che Amazon Drive può ora essere utilizzato per la sincronizzazione e in realtà sembra gestire tale processo meglio della maggior parte dei servizi di archiviazione cloud.

Detto questo, Amazon ha ancora del lavoro da fare.

La condivisione dei file potrebbe essere resa più sicura con la protezione tramite password e vorremmo vedere Office Online, Google Docs o persino un’applicazione di note nativa aggiunta per la produttività del lavoro. Senza queste cose, le funzionalità di sincronizzazione sono di utilità limitata. Inoltre, mentre il supporto è prontamente disponibile, il supporto Amazon Drive dedicato garantirebbe rappresentanti del supporto meglio formati.

Lo svantaggio maggiore dell’utilizzo di Amazon Drive è che la società non crittografa i file archiviati sui propri server. Data la popolarità di Amazon, è difficile non immaginare che sia un grande obiettivo per gli aspiranti hacker e questo ci rende doppiamente nervosi. Se decidi di utilizzare Amazon Drive, il gioco intelligente sarebbe crittografare i tuoi file prima di inviarli al cloud.

Ti terremo aggiornato se e quando Amazon Drive deciderà di aggiungere la crittografia a riposo. Nel frattempo, speriamo che ti sia piaciuta la nostra recensione su Amazon Drive. Si prega di lasciare i vostri commenti qui sotto e grazie per la lettura.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me