Bitwarden Review – Aggiornato 2020

Recensione di Bitwarden

Bitwarden potrebbe essere il miglior gestore di password gratuito in circolazione, con grande usabilità e funzionalità decenti. Tuttavia, gli utenti paganti possono fare di meglio altrove, come puoi leggere nella nostra recensione completa su Bitwarden.


bitwarden-slider1

bitwarden-slider2

bitwarden-slider3

bitwarden-slider4

bitwarden-slider5

Precedente

Il prossimo

Bitwarden è un gestore di password gratuito e open source che ha fatto il taglio nella nostra migliore guida per la gestione delle password. Con la massima sicurezza e un’interfaccia facile da usare, Bitwarden è al di sopra della maggior parte dei gestori di password a pagamento. Come gestore di password gratuito, è imbattibile, anche se gli utenti paganti possono ottenere più funzionalità altrove. 

In questa recensione di Bitwarden, condivideremo la nostra esperienza dopo aver trascorso del tempo con questa popolare applicazione open source. Dalla sicurezza alle funzionalità al prezzo, copriremo tutto ciò che Bitwarden ha da offrire, tutto prima di dare il nostro verdetto. 

Per gli utenti che cercano uno strumento di gestione delle password gratuito e altamente sicuro, è difficile battere Bitwarden. Detto questo, mancano alcune funzionalità, soprattutto quando si tratta di condividere con più utenti e archiviare informazioni non tradizionali. Anche così, Bitwarden offre moltissimo per pochissimo, rendendolo una buona scelta.

Punti di forza & Punti di debolezza

Alternative a Bitwarden

Caratteristiche

Bitwarden è un gestore di password mirato, che rinuncia a funzionalità estranee nel suo piano gratuito per fornire funzionalità di base. Ciò include l’hosting automatico, la sincronizzazione multi-dispositivo, lo spazio di archiviazione illimitato e altro ancora, il tutto senza che gli utenti spendano un centesimo. Sebbene il piano gratuito non sia troppo eccitante in termini di extra, la funzionalità di base è lì. 

Se le funzionalità sono ciò che cerchi, vale la pena un upgrade a Premium. Sebbene non sia robusto come Dashlane o RoboForm, Bitwarden batte altri gestori di password commerciali (leggi la nostra recensione su RoboForm). 

Con Premium, ti vengono concesse opzioni di autenticazione a due fattori avanzate, archiviazione con chiave di autenticazione per le migliori app di autenticazione a due fattori e 1 GB di archiviazione di file crittografata. 

Anche la condivisione è supportata, sebbene limitata. Gli utenti gratuiti sono limitati alla condivisione con un solo altro utente, mentre coloro che si iscrivono a un piano familiare possono condividere gli accessi con un massimo di cinque utenti. Sfortunatamente, cinque è il limite per uso personale. Se hai bisogno di più utenti, sei costretto a pagare per un piano aziendale, anche se è per uso personale.

Rapporti Bitwarden

Uno dei motivi per passare a Bitwarden Premium sono i rapporti (ne parleremo più avanti nella prossima sezione). All’interno del web vault, è possibile visualizzare sei diversi report, cinque dei quali riservati agli abbonati paganti. Questi vanno da password esposte e riutilizzate a siti Web non garantiti. 

Tutti gli utenti hanno accesso al rapporto sulla violazione dei dati, tuttavia, che esegue la ricerca di violazioni dei dati rilevate di recente che corrispondono agli indirizzi e-mail e ai nomi utente dell’account. Non si tratta di un processo automatizzato, dovrai inserire il nome utente o l’email specifici che desideri controllare, ma è comunque una buona caratteristica avere. 

bitwarden-violazione-report

Sebbene ci piacciano i rapporti, sarebbe bello vedere Bitwarden combinarli in un’unica area. Avere una dashboard di sicurezza in cui è possibile visualizzare password esposte, riutilizzate e deboli semplifica la visualizzazione degli account da aggiornare. Data la natura open source di Bitwarden, sarebbe gradita anche un’estensione facoltativa per il cambio password. 

Hosting autonomo delle password

Non importa se stai pagando il nostro no, puoi scegliere di ospitare le tue password. A differenza di Password Depot, che – come puoi leggere nella nostra recensione su Password Depot – si integra con i servizi di archiviazione cloud, Bitwarden fornisce il codice per impostare il tuo server di password. Supporta anche quasi tutti i principali sistemi operativi.

Invece di fornire semplicemente il codice sorgente, Bitwarden ti consente di ospitare facilmente le tue password usando Docker. Con Docker puoi ospitare lo stack dell’infrastruttura di Bitwarden su Linux, macOS o Windows. Inoltre, esiste un tutorial completo per configurare il proprio server, che descrive in dettaglio il processo automatizzato con gli strumenti di Docker e l’installazione manuale.

bitwarden-self-host dimostrativi

Per iniziare, hai bisogno di alcune conoscenze di base sulla rete, ma la mano benvenuta di Bitwarden significa che anche i principianti possono sperimentare l’hosting delle proprie password. Ci sono alcuni motivi per cui potresti voler ospitare le tue password, la più importante delle quali è la sicurezza. Configurando il tuo server, hai il controllo della sua sicurezza. 

L’auto-hosting è una funzionalità opzionale per tutti i piani, che è fantastico da vedere. Anche se ci piace l’inclusione del cloud di Bitwarden nel piano gratuito, alcuni utenti potrebbero essere più a loro agio nel mantenere i loro accessi vicini a casa. Per fortuna, ti viene data la flessibilità di scegliere.

Panoramica delle funzionalità di Bitwarden

Logo di Bitwardenbitwarden.com

A partire da $ 083 al mese Tutti i piani

Sicurezza

2FA

crittografia
AES-256

Conoscenza zero

Chiavi 2FA

Analisi di sicurezza

Sincronizzazione multi-dispositivo

Backup e ripristino

App mobili
Android, iOS

Cambia password

Generatore di password

Estensione del browser

Riempimento automatico

Compilazione automatica del modulo

UI del browser

UI desktop

E-mail

Chat dal vivo

Telefono

Centro assistenza

Forum

Supporto 24/7

Di Più

Piano gratuito

Prezzi

Bitwarden è il gestore di password più economico che abbiamo esaminato. Rivaleggiante anche con LastPass (leggi il nostro articolo Bitwarden vs LastPass), offre uno dei piani gratuiti più affidabili che abbiamo mai visto, compatibile con la sincronizzazione multi-dispositivo e lo spazio di archiviazione illimitato senza che gli utenti spendano un centesimo. Anche l’aggiornamento a Premium è economico, anche se sembra più un piano di “supporto agli sviluppatori” che altro.

Cominciamo con il piano gratuito, in quanto è il più diffuso sul sito di Bitwarden. Invece di offrire campane e fischietti nella versione gratuita, come il supporto YubiKey e l’archiviazione delle chiavi TOTP, Bitwarden si concentra sugli elementi essenziali. Ottieni spazio di archiviazione illimitato e sincronizzazione multi-dispositivo, il che significa che puoi accedere alle tue password da qualsiasi luogo. 

Solo questo ha portato Bitwarden ai vertici delle nostre migliori classifiche gratuite di gestione password, superando i piani gratuiti limitati di Kaspersky Password Manager e McAfee True Key (leggi la nostra recensione su True Key). A differenza di quei piani gratuiti, che sembrano una prova più di ogni altra cosa, potresti usare Bitwarden Free senza notare molta differenza. 

Di conseguenza, tuttavia, Premium si sente meno, beh, premium. È sporco a soli $ 10 all’anno, ma aggiunge poco in termini di funzionalità. Esistono ulteriori opzioni di autenticazione a due fattori e rapporti sullo stato del Vault, ma non molto altro. Il grande vantaggio è 1 GB di archiviazione di file crittografati, che, sebbene bello da vedere, non è molto rispetto ai nostri migliori servizi di archiviazione cloud. 

Premium sembra un’opzione per supportare gli sviluppatori, che possiamo ottenere. Piuttosto che semplicemente chiedere donazioni, Bitwarden offre alcune funzionalità aggiuntive a un costo modesto. 

Saremmo contenti di pagare $ 10 all’anno solo per il piano gratuito, quindi qualsiasi funzione aggiuntiva vale il prezzo. Ciò è particolarmente vero se confrontato con costosi gestori di password come Dashlane (leggi la nostra recensione di Dashlane).

Prezzi della famiglia e delle imprese Bitwarden

Sembra che Bitwarden faccia la maggior parte dei suoi soldi dai piani multiutente. Per uso personale, ci sono i piani Gratis e Famiglie, il primo dei quali viene fornito con tutte le funzionalità della versione gratuita e la condivisione tra due utenti. Famiglie gestisce $ 1 al mese, facendo vergognare il piano familiare di 1Password e include tutte le funzionalità di Premium e supporto per un massimo di cinque utenti. 

I piani aziendali sono altrettanto economici. I team, che includono cinque utenti, pagano solo $ 5 al mese ogni anno e puoi aggiungere altri utenti per $ 2 al mese per utente. In sostanza, i team sono gli stessi delle Famiglie in termini di funzionalità, sebbene non siano limitati a cinque utenti. 

Enterprise è il motivo per cui Bitwarden ha creato il nostro miglior gestore di password per l’elenco delle piccole imprese. È un business plan più tradizionale, che addebita $ 3 per utente al mese senza costi di base. 

Viene fornito con funzionalità aziendali avanzate, inclusi gruppi di utenti, registri eventi e integrazione di Active Directory. Dato il prezzo, Bitwarden rivaleggia persino con Zoho Vault per quanto riguarda la gestione delle password aziendali.

Facilita di utilizzo

Bitwarden è sorprendentemente facile da usare dato che è un software open source. Sul sito web sono presenti più pulsanti che indicano la schermata di download, oltre a programmi di installazione per browser e dispositivi mobili. Se preferisci un’installazione da riga di comando, c’è anche la documentazione della CLI.

bitwarden-download

Il processo di download non è solo facile per il software open source, ma facile in generale. L’approccio di Bitwarden alle opzioni presentate in modo facilmente digeribile fa vergognare anche i gestori di password più affermati. Questo continua nel processo di registrazione. Una volta scaricato, puoi creare un account direttamente nell’app Biwarden. 

bitwarden-sign-up

Fatto ciò, non ci sono conferme via email o cose del genere. Verrai semplicemente reindirizzato alla schermata di accesso in cui puoi inserire le tue credenziali. Come per il download, vorremmo che altri gestori di password avessero questo semplice processo di registrazione. Bitwarden si fa da parte, e durante il nostro tempo con esso, non c’è mai stato un punto in cui ci siamo sentiti in contrasto con il software. 

Usando Bitwarden sul desktop

Sebbene non sia attraente come, diciamo, Keeper, l’applicazione desktop di Bitwarden è molto facile da usare. Oltre a ciò, tuttavia, offre molte opzioni. A differenza di Password Depot, che esagera con impostazioni che travolgono l’utente fino al punto di strapparsi i capelli, Bitwarden offre semplicemente flessibilità.

bitwarden-desktop

Ad esempio, quando si aggiunge una nuova password, è necessario specificare a quale URL è associata la password. Il processo è abbastanza semplice così com’è, anche se puoi personalizzarlo se ne senti la necessità. Oltre ad aggiungere nuovi URL per l’accesso, puoi specificare se Bitwarden riconosce il dominio in base a una corrispondenza esatta, al nome host o a una combinazione di altri fattori. Puoi persino impostare domini ignorati, il che è utile per aggirare i tentativi di phishing.

bitwarden-domain-entry

Ci sono alcune altre cose che puoi fare nella pagina di creazione della password, tra cui l’aggiunta di allegati, la creazione di campi personalizzati e l’ordinamento degli accessi in cartelle. Oltre a ciò, l’app desktop è abbastanza semplice. Esistono alcune impostazioni da modificare relative ai tempi di blocco, ma in caso contrario l’app è vuota. Il massimo che puoi fare è cambiare il tema. 

bitwarden-new-tema

Dal punto di vista dell’usabilità, tutto è sano (meglio di così, anche). Tuttavia, esiste una svista critica. Bitwarden supporta accessi, carte di credito, note e informazioni sull’indirizzo, ma nient’altro. 

Queste sono le voci più importanti che dovresti avere in un gestore di password, ma anche così, ci piacerebbe vedere il supporto per le categorie personalizzate, in particolare con la flessibilità di Bitwarden in altre aree.

Estensione per app Web e browser

Sebbene l’app locale ci piaccia, non è necessario utilizzarla. In effetti, puoi accedere a Bitwarden da qualsiasi luogo che abbia un browser. L’app Web è in realtà più robusta di quella locale, offrendo un facile accesso ai report, opzioni di autenticazione a due fattori e condivisione dell’organizzazione. Opzioni come la creazione di una nuova organizzazione non sono effettivamente presenti nell’applicazione locale. 

bitwarden-web-app

Per questo motivo, è una buona idea iniziare con il web vault fin dall’inizio. Ti vengono fornite tutte le funzionalità dell’app desktop, insieme a ulteriori impostazioni dell’account. Anche l’accessibilità è un grande vantaggio. Utilizzando il sito Web Bitwarden, puoi accedere al tuo account da qualsiasi macchina, indipendentemente dal fatto che Bitwarden sia installato localmente o meno. 

Oltre al web vault, Bitwarden ha anche un’estensione del browser, che è disponibile per Chrome, Firefox, Safari, Vivaldi, Opera, Brave, Edge e Tor Browser. L’estensione assomiglia più da vicino all’app desktop, anche se con un accesso più facile al generatore di password. Puoi anche sganciare l’estensione per visualizzarla in una finestra del browser separata. 

bitwarden-estensione

Il punto di forza dell’usabilità di Bitwarden deriva dal fatto che puoi utilizzare qualsiasi applicazione da sola. Tecnicamente, il web vault è il più robusto. Tuttavia, è possibile utilizzare l’app locale, l’estensione o l’app Web da soli senza rinunciare a molto, offrendo opzioni su come gestire le password.

Sicurezza

Bitwarden è uno dei gestori di password più sicuri in circolazione, grazie al fatto che la sua base di codice è disponibile per chiunque da esaminare. Grazie a questo modello, Bitwarden è stato verificato pubblicamente da Cure53, la stessa società di analisi della sicurezza che ha dato un’occhiata a RememBear (leggi la nostra recensione di RememBear). 

Prima di arrivare ai vantaggi che derivano dall’avere una base di codice aperto, parliamo delle basi. Bitwarden protegge il tuo vault con AES-256, che è il migliore quando si tratta di proteggere i tuoi dati, come puoi leggere nella nostra descrizione della crittografia. Questa crittografia è associata a un modello a conoscenza zero, il che significa che le tue password sono accessibili solo da te. 

Come altri gestori di password, è necessario impostare una password principale per il Vault. Bitwarden, tuttavia, non vede mai la tua password principale. Invece, è usato per derivare una chiave usando PBKDF2, che è ulteriormente hash con SHA-256. Il risultato finale è un mucchio di incomprensioni inutilizzabili per un hacker. 

È importante ricordare che tutto ciò è dovuto al fatto che stai utilizzando i server di Bitwarden. Se sei preoccupato per la sicurezza e l’autenticazione, puoi ospitare le tue password, il che elimina qualsiasi rischio di violazione dei dati da parte di Bitwarden. 

Non è necessario prendere nessuna di queste informazioni al valore nominale. Bitwarden è abbastanza sicuro della sua sicurezza da rendere disponibile il suo codice sorgente e, inoltre, invita i ricercatori della sicurezza a testarne i limiti. 

Vantaggi Open Source

Il fatto che Bitwarden sia open source non solo lo rende più flessibile, ma anche più sicuro. Chiunque può visualizzare il codice sorgente su GitHub, il che significa che quelli con il know-how sono liberi di visualizzare, controllare o contribuire al codice che compone Bitwarden. Inoltre, il team di sviluppo invita l’analisi della sicurezza dai ricercatori. 

È importante notare che è disponibile anche tutto il codice di Bitwarden. Dal programma di installazione dalla riga di comando all’app mobile all’infrastruttura del server, il team di sviluppo rende tutto visualizzabile. 

Oltre alla trasparenza derivante dal software open source, il fatto che tu possa visualizzare e contribuire al codice di Bitwarden significa una maggiore flessibilità nella tua implementazione del software. 

Una nota sulla privacy

Dato che Bitwarden offre così tanto gratuitamente, volevamo toccare brevemente la privacy. È necessario registrarsi per un account, composto da una password principale e un indirizzo email valido (alcune funzioni non saranno disponibili fino a quando non si conferma il proprio indirizzo email). Ciò dovrebbe far apparire una bandiera rossa per chiunque sia interessato alla privacy online. 

Per fortuna, Bitwarden afferma nella sua informativa sulla privacy di non “condividere, vendere, affittare o scambiare informazioni personali degli utenti con terze parti per i loro scopi commerciali”. Alcune informazioni aggregate, che non sono in grado di identificare un singolo utente, vengono utilizzate e condivise, rilevando cose come il numero di abbonati Premium presenti e l’utilizzo totale della larghezza di banda della rete. 

Sembra che Bitwarden non stia facendo soldi con i dati degli utenti, piuttosto facendo affidamento sui suoi abbonamenti Premium e abbonamenti aziendali per aumentare le entrate. Non conosciamo il modello di business di Bitwarden, quindi non possiamo dire con certezza in che modo fluisce il denaro. Tuttavia, secondo la sua politica sulla privacy, la vendita dei dati degli utenti non è come ciò accada.

Supporto

Nonostante sia gratuito e open source, Bitwarden offre molto in termini di supporto. Pagando o meno, chiunque è libero di contattare l’assistenza via e-mail, sebbene gli abbonati Premium ricevano la priorità. Per fortuna, non dovresti inviare e-mail a Bitwarden molto. Oltre a una base di conoscenza densa, ha una delle community online più forti che abbiamo mai visto. 

A partire dal centro assistenza, c’è un articolo per quasi ogni argomento. Dalle istruzioni per l’importazione alla sincronizzazione delle directory, Bitwarden offre esercitazioni approfondite. Come il processo di registrazione, abbiamo visto pochi altri gestori di password fornire questo livello di attenzione ai dettagli. Bitwarden copre tutto e riesce a farlo in modo digeribile. 

bitwarden-knowledge

I forum sono meno impressionanti. Sebbene molto attivo, il layout potrebbe usare del lavoro. Bitwarden fornisce solo due categorie: “richieste di funzionalità” e “supporto da utente a utente”, il secondo dei quali riceve più argomenti ogni settimana. Non ci sono argomenti appuntati o categorie aggiuntive, tuttavia, lasciando un sacco di proprietà dello schermo inutilizzate.

bitwarden-forum

Tuttavia, i forum sono utili. Invece di sfogliare l’elenco degli argomenti, esiste una funzionalità di ricerca avanzata. Utilizzando una parola chiave, puoi filtrare i post in base a quando sono stati pubblicati, a cosa sono taggati, da chi sono stati pubblicati e altro. Con la potente integrazione della ricerca, è facile trovare argomenti pertinenti nel pool di oltre 2.000 post. 

Anche se ci sarebbe piaciuto il supporto telefonico e di chat dal vivo, è difficile lamentarsi dato quanto Bitwarden ha da offrire. Pagando o meno, hai più opzioni per trovare le risposte, tutte utili.

Il verdetto

Bitwarden non è solo uno dei migliori gestori di password gratuiti in circolazione, è uno dei migliori in generale. È sicuro, facile da usare, supporta Android e iOS, è dotato di molte funzionalità ed è economico da avviare. Se stai cercando un gestore di password, è difficile battere Bitwarden sull’estremità libera delle cose. 

Detto questo, se sei disposto a spendere di più, puoi ottenere più funzionalità. Dashlane offre protezione contro il furto di identità oltre alla gestione delle password e LastPass viene fornito con il riempimento automatico per le applicazioni desktop. Bitwarden non ha queste caratteristiche, sebbene compensi con un prezzo basso. 

Cosa ne pensi di Bitwarden? Hai intenzione di provare il piano gratuito? Fateci sapere la vostra esperienza nei commenti qui sotto. Grazie per aver letto questa recensione di Bitwarden.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map