IDrive vs Carbonite: dispositivi illimitati o spazio di archiviazione illimitato?

Backup illimitato per circa cinque dollari al mese? Molto bella. Essere in grado di eseguire il backup di dispositivi illimitati allo stesso prezzo? Anche molto bello. Sfortunatamente, quando si tratta del cloud, non puoi avere la tua torta e mangiarla anche tu. Almeno, non senza spendere più soldi. I migliori servizi di backup online per i consumatori offrono backup illimitati o dispositivi illimitati, ma mai entrambi.


Per aiutarti a prendere una decisione difficile, abbiamo deciso di analizzare due dei nostri strumenti preferiti fianco a fianco: IDrive, che ti offre 1 TB di dati per tutti i dispositivi che desideri, e Carbonite, che ti offre un backup illimitato per uno dispositivo. Guarda le nostre recensioni video di ciascun servizio, di seguito.

Recensione video IDrive

Recensione video di carbonite

Definizione di Cloud Backup

Effettuiamo il backup dei dati perché, man mano che la maggior parte della nostra vita passa allo spettro digitale, abbiamo ancora molto da perdere. In passato, il backup del consumatore comportava in genere la masterizzazione di CD o il caricamento di unità flash USB. L’approccio ha funzionato, fino al punto in cui il tuo CD si è spezzato a metà o hai lasciato l’unità flash collegata al computer della libreria.

Altre opzioni, ancora popolari, includono unità esterne che vanno dai dispositivi a disco singolo allo storage RAID e NAS come Synology DiskStation. Non ci troverete a contestare che quelle opzioni hanno ancora un posto in una strategia di backup a prova di proiettile, che incorpora sia il backup esterno che il cloud.

Il vantaggio più evidente per le unità esterne è che consentono un recupero più rapido dei dati rispetto al cloud. Il punto più debole è la loro vulnerabilità. Proprio come il disco rigido o il supporto rimovibile del computer, le unità esterne sono suscettibili a danni fisici, guasti, corruzione, perdita e furto.

Strumenti di backup su cloud come IDrive e Carbonite offrono il vantaggio di archiviare i tuoi dati in data center remoti e sicuri. I server in questi data center sono progettati per la ridondanza, garantendo che in caso di guasto di un disco, ci sarà sempre una seconda o terza copia conservata altrove.

I data center stessi sono generalmente controllati dalla temperatura e costruiti per resistere a catastrofi naturali come inondazioni e terremoti, oltre a essere protetti contro i trasgressori fisici e virtuali.

L’effetto è che il backup su cloud ti assicura di avere sempre una copia dei tuoi dati più preziosi da qualche parte. Pensa al backup su cloud come un deposito digitale sicuro a cui puoi accedere da qualsiasi dispositivo e luogo.

La battaglia: IDrive vs. Carbonite

Mentre l’idea di base di questo deposito digitale sicuro è fondamentale per tutti i servizi di backup su cloud, l’implementazione varia notevolmente. Le differenze principali includono piattaforma, velocità di trasferimento dei file, protocolli di sicurezza e funzionalità di backup e ripristino. Quindi ci sono anche costi, spazio e copertura.

Tendiamo a credere che tale variazione tra concorrenti sia una buona cosa per i consumatori. Il fatto che il campo sia così ampio significa che è più probabile trovare una soluzione di backup online adatta alle tue esigenze e al tuo stile di vita specifici.

Nel corso di cinque segmenti testa a testa, esamineremo come IDrive e Carbonite si accumulano l’uno contro l’altro per quanto riguarda molti di questi elementi. Anche se vogliamo essere accurati, tratteremo gran parte della discussione su ciò che rappresenta probabilmente l’aspetto più dipendente dall’utente nel scegliere l’uno o l’altro: il fatto che IDrive offra un supporto illimitato per dispositivi ha più senso per le tue esigenze rispetto a quello di Carbonite spazio di archiviazione illimitato?

1

Prezzo e supporto della piattaforma

Durante il nostro turno iniziale, daremo uno sguardo alle opzioni del piano per i nostri due servizi concorrenti. Prenderemo in considerazione costi, piattaforme supportate e limitazioni dei dispositivi. Sia IDrive che Carbonite offrono anche abbonamenti aziendali, quindi toccheremo anche quelli. Se vuoi saperne di più su entrambi i servizi, ti consigliamo di consultare la nostra recensione Carbonite e la nostra recensione IDrive.

Io guido

IDrive occupa un posto unico nello spazio di backup per diversi motivi. Uno dei più grandi è che oltre ad essere un servizio di backup, sincronizza anche i tuoi dispositivi. Ciò lo rende una specie di ibrido, mescolando elementi di backup e archiviazione cloud.

(Nota: se non si è chiari sulla differenza tra i due, questo backup rapido rispetto alla panoramica di archiviazione aiuterà).

IDrive fa funzionare questo dando agli utenti assegnazioni separate e uguali per il backup e la sincronizzazione. In questo modo, non rimarrai cercando di bilanciare lo spazio tra i due, il che può diventare fastidioso in fretta.

Il servizio prevede sia piani da 1 TB che 10 TB per uso personale, nonché diversi piani aziendali.

La maggior parte degli utenti cava bene con 1 TB. Ancora una volta, si tratta di 1 TB per il backup e di 1 TB separato per la sincronizzazione. Quindi, stai davvero ottenendo 2 TB. Puoi anche eseguire un test di IDrive con un piano gratuito da 5 GB. Questo sarà sufficiente per alcune attività di sincronizzazione, ma quasi sicuramente non sarà sufficiente per il backup del disco rigido.

IDrive non ha un piano di backup illimitato come molti dei suoi concorrenti più vicini, ma è perché supporta tutti i dispositivi di cui hai bisogno. I servizi di backup illimitati, nel frattempo, sono quasi sempre limitati a un dispositivo.

Il motivo è chiaro se ci pensi. Un servizio che offre backup illimitati per dispositivi illimitati a circa $ 5 al mese verrebbe travolto abbastanza rapidamente e probabilmente fallirebbe subito dopo. Per quanto riguarda i dispositivi supportati, IDrive può essere utilizzato per il backup di desktop, dischi rigidi esterni e dispositivi mobili. L’inclusione del backup mobile è una rarità che rende IDrive particolarmente flessibile.

Gli account aziendali IDrive consentono di creare account secondari utente e monitorare tutti i processi da una console di controllo dell’amministratore. Questi piani supportano anche il backup di:

  • Server Linux
  • MS SQL Server
  • MS SharePoint Server
  • MS Exchange Server
  • VMWare
  • Oracle Server

Il backup con IDrive Business aiuta le aziende a rispettare i mandati dei registri governativi per vari settori, comprese le pratiche legali, mediche e contabili.

Carbonite

Carbonite è rigorosamente un servizio di backup, ma è buono. Si è classificato al terzo posto nella nostra guida per i migliori servizi online per un backup illimitato.

Carbonite ti offre tutto il backup di cui avrai mai bisogno per un computer. Ciò rende questo servizio ideale per le persone che gestiscono grandi quantità di dati, come fotografi e videografi.

Il servizio ha tre diversi piani di abbonamento per utenti domestici.

Carbonite Basic è in linea con IDrive e altri servizi di backup. Per molte persone, farà il lavoro.

La differenza tra Basic e Plus è che Plus consente di eseguire il backup dei dischi rigidi esterni nella memoria online. Vorremmo che Carbonite includesse tale capacità con il suo piano di base come IDrive. Se stai cercando un servizio di backup illimitato che includa un’unità esterna nel suo costo di abbonamento di base, CrashPlan ti copre per lo stesso costo di Carbonite ($ 59,99).

Carbonite Prime aggiunge al mix il backup automatico dei video e il servizio di recupero del corriere.

Carbonite ha anche tre piani aziendali. Tuttavia, questi non hanno spazio di archiviazione illimitato. Invece, ottieni un numero prestabilito di gigabyte e puoi aggiungere altri 100 GB per $ 99 all’anno.

PianoConservazioneCosto annualeNumero di computerNumero di server
Nucleo250GB$ 269.99IllimitatoNessuna
Energia500GB$ 599.99Illimitato1
finale500GB$ 999,99IllimitatoIllimitato

Tutti questi piani supportano computer illimitati, dischi rigidi esterni e archiviazione NAS. Il piano di alimentazione aggiunge il backup di un server, mentre il piano Ultimate consente di eseguire il backup di server illimitati.

Round One Thoughts

A meno che tu non stia gestendo un’azienda, se hai bisogno di più di 1 TB di spazio di archiviazione, vorrai utilizzare Carbonite su IDrive. Il piano da 10 TB di IDrive è troppo costoso per essere pratico per la maggior parte delle persone.

Per gli utenti con meno di 1 TB, tuttavia, IDrive è il chiaro vincitore. Essere in grado di eseguire il backup di più dispositivi, incluso il telefono, al costo di un singolo abbonamento è un grande vantaggio. Le capacità di sincronizzazione di IDrive significano ancora più valore. Tuttavia, non aspettarti che IDrive sostituisca la produttività totale del lavoro per Dropbox.

Per quanto riguarda i piani aziendali, IDrive offre un valore di costo significativamente maggiore, a partire dal piano tariffario da 250 GB ($ 99,50 contro $ 269,99 per Carbonite).

Round: punto di supporto prezzo e piattaforma per IDrive

Logo IDrive
Logo carbonite

2

L’esperienza utente

La maggior parte dei servizi di backup utilizza uno strumento desktop per gestire i processi di backup di base. Vi sono, tuttavia, alcune importanti differenze relative al funzionamento di queste interfacce che vorresti conoscere prima di sottoscrivere un abbonamento annuale.

Durante questo round, vedremo come l’esperienza desktop differisce tra IDrive e Carbonite. Toccheremo anche l’esperienza web e mobile di ciascun servizio.

Io guido

IDrive ha tre modi principali per accedere al suo servizio, tramite il client desktop, oltre a web e mobile.

Desktop

IDrive ha app desktop sia per Windows che per Mac. Entrambi sembrano e funzionano in modo simile.

Sul lato sinistro troverai le schede per il backup, il ripristino, la pianificazione, la sincronizzazione, il backup del server e le impostazioni.

Come probabilmente hai indovinato, la scheda di backup è dove puoi taggare cartelle e file per il backup con IDrive. Puoi taggare gli oggetti facendo clic sul pulsante “modifica” e navigando nel tuo file system per trovare quello che stai cercando.

Quando si installa IDrive, alcune cartelle verranno automaticamente taggate per il backup, come la cartella dell’utente. Ma per la maggior parte, spetta a te gestire ciò che viene eseguito il backup e ciò che non lo è.

La scheda “Scheduler” è il punto in cui vai a impostare quando si verificano i backup.

La visione di IDrive sulla pianificazione include più opzioni di personalizzazione rispetto alla maggior parte dei servizi di backup. Indichi in quali giorni della settimana viene eseguito il backup, a che ora del giorno inizia ea che ora il processo si interrompe.

È inoltre possibile impostare IDrive per eseguire il backup in modo continuo o orario, il che si rivolge agli utenti che necessitano di un processo di backup più frequente in esecuzione. Ciò è particolarmente utile per le persone che hanno requisiti di conformità da seguire.

IDrive ti consente anche di impostare notifiche per aiutarti a rimanere aggiornato sui completamenti e sugli errori del backup.

ragnatela

Il sito Web IDrive consente di accedere ai file e gestire i processi di backup in remoto.

Per accedere ai file, dal browser, fai semplicemente clic sul nome del tuo dispositivo.

Sarai quindi in grado di navigare tra i contenuti archiviati e aprirli da remoto. Puoi anche fare clic con il tasto destro su qualsiasi cartella o file per condividerlo con altri.

In questo modo verrà generato un collegamento URL all’oggetto. Puoi copiare e incollare quel link per condividerlo, pubblicarlo automaticamente su Facebook o Twitter e condividerlo via e-mail. Qualsiasi collegamento può essere protetto con una password e concedere le autorizzazioni di “visualizzazione” o “modifica”.

Per gestire i processi di backup del desktop, fai clic su “dashboard” e quindi su “impostazioni”. Si aprirà una finestra con le impostazioni generali, la selezione del backup e le schede dello scheduler.

Sebbene sia possibile gestire i processi di backup su qualsiasi dispositivo collegato in remoto, tale dispositivo dovrà ovviamente essere acceso prima che avvengano le modifiche.

Il browser IDrive ha schede “condivise da me” e “condivise con me” che ti consentono di tenere traccia dei contenuti condivisi. Il primo è particolarmente bello, in quanto è facile perdere traccia dei collegamenti che hai creato. A partire da febbraio 2017, IDrive ora offre anche la connettività di Office 365, che è una buona notizia che mette il servizio più in linea per competere con servizi come Dropbox, Google Drive e persino OneDrive, stessi.

Collegando IDrive a OneDrive, è possibile archiviare il contenuto OneDrive in IDrive, nonché aprire e modificare i file OneDrive. Una volta stabilita la connessione, verrà visualizzata una cartella “OneDrive” separata nella dashboard del browser.

Mobile

Le capacità mobili di IDrive sono un valido motivo per sceglierlo su Carbonite, CrashPlan, Backblaze e gran parte del resto del campo di backup. Sono disponibili app dal design accattivante sia per Android che per iOS.

Dalla schermata principale del cellulare, puoi scegliere di eseguire il backup del tuo telefono o persino dei tuoi account Facebook e Instagram.

Thumb “backup” e puoi lasciare che IDrive esegua automaticamente il backup di contatti, foto e video. Ci sono anche opzioni per il backup di registri delle chiamate, testi, calendari, musica, app e “altri file”.

L’app mobile di IDrive è uno dei modi migliori e più semplici per eseguire il backup dei dati Android.

Carbonite

Proprio come il suo rivale, Carbonite ha tre portali distinti al suo servizio.

Desktop

Un tratto distintivo di Carbonite è la semplicità. Una volta scaricata e installata l’app desktop, cercherà automaticamente e inizierà il backup di alcuni tipi di file sul tuo computer. A differenza di IDrive, il servizio non richiede il backup su una cartella e su singoli file. Il backup in base al tipo di file consente di risparmiare tempo e impedisce di trascurare accidentalmente i file.

La carbonite può farlo perché hai uno spazio illimitato. IDrive, con il suo limite di 1 TB, richiede maggiore “discrezione” da parte dell’utente.

I tipi di file predefiniti sottoposti a backup da Carbonite includono:

  • Documenti: documenti Word, fogli di calcolo Excel, .PDF e altro
  • Foto: JPG, PNG, GIF, BMP, ecc.
  • File e-mail: Outlook, Thunderbird, IncrediMail e Windows Live Mail
  • Preferiti e segnalibri di Internet
  • File di dati finanziari: Quicken, Quickbooks e programmi simili
  • Multimedia: file musicali e video

Alcuni file, inclusi i file di sistema, non vengono automaticamente sottoposti a backup. Puoi trovare un elenco completo di quelli qui.

Se ci sono cartelle e file specifici di cui non desideri eseguire il backup, comunica a Carbonite di ignorarli facendo clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi oggetto. Seleziona “Carbonite” e quindi “non eseguire il backup”.

Oppure, selezionare “Carbonite” e “proprietà” per verificare lo stato del backup dei file, le versioni disponibili e altri dati.

L’app desktop Carbonite può essere utilizzata per controllare lo stato del backup, modificare la pianificazione del backup, ripristinare il contenuto e fare alcune altre cose. Oltre a ciò, non c’è molto bisogno di monitorare nulla.

Per modificare la pianificazione del backup, fare clic su “Impostazioni & controlli.”

Per impostazione predefinita, Carbonite esegue il backup continuo, il che significa che i singoli file vengono sottoposti a backup sul cloud ogni volta che viene apportata una modifica. Se si lavora con file di grandi dimensioni e multipli, è possibile che si verifichino troppi limiti di backup continuo alle risorse di sistema.

In tal caso, puoi dire a Carbonite di “eseguire il backup una volta al giorno” o dirlo, “non eseguire il backup in determinate ore”. C’è anche un’opzione per “ridurre l’utilizzo di Internet di Carbonite” che libererà risorse rallentando il backup.

Per la maggior parte, tuttavia, gli algoritmi di trasferimento dei file di Carbonite, di cui parleremo nel prossimo round, dovrebbero gestire il backup continuo senza influire sull’altro lavoro.

Se devi ripristinare i file, puoi farlo dalla schermata principale del desktop facendo clic su “recupera i miei file”. Potrai scegliere di ripristinare determinati file o tutto in una volta.

Se scegli la seconda opzione per ripristinare tutto in una volta, lo farai dallo strumento desktop Carbonite. La prima opzione, ripristinando i singoli file, ti reindirizza al sito Web Carbonite per completare il processo.

ragnatela

L’interfaccia del browser Carbonite ti consente di visualizzare i file archiviati nel cloud e avviare il processo di ripristino. Tutti i dispositivi collegati al tuo account Carbonite verranno visualizzati nella pagina principale.

Fai clic su “Visualizza file” per rivedere il contenuto memorizzato. È possibile navigare nella memoria online in base allo stesso layout del file system utilizzato dal computer.

Seleziona il contenuto facendo clic sulla casella di controllo accanto a singole cartelle e file, quindi facendo clic sul pulsante “download”. Puoi scaricare fino a 5000 file e 10 GB di dati contemporaneamente. Tutti i file scaricati vengono aggiunti a un file zip, che può essere estratto in qualsiasi posizione desiderata.

Oltre a ciò, tutto il resto che puoi fare online è limitato alla gestione degli account. Carbonite non ti consente di gestire i processi di backup in remoto.

Mobile

L’app mobile Carbonite ti consente di accedere ai file dal tuo computer protetto con Carbonite da remoto.

L’app consente inoltre di eseguire automaticamente il backup delle foto scattate dal telefono. Tuttavia, è tutto ciò di cui puoi eseguire il backup.

Per visualizzare le foto o i file di backup dal tuo computer, seleziona il dispositivo o il nome del computer dalla schermata principale dell’app.

L’app mobile ti consente anche di proteggere il tuo dispositivo mobile dal furto con funzionalità di cancellazione remota. Ciò impedisce ad altri di accedere al proprio account Carbonite e ad altri dati del telefono eseguendo un ripristino delle impostazioni di fabbrica. Un altro trucco interessante: ti consente di modificare in remoto la password di blocco dello schermo del telefono e bloccare lo schermo.

Round Two Thoughts

Ammiriamo la semplicità di base dell’esperienza Carbonite. Non rende le cose abbastanza facili come il rivale Backblaze, ma è abbastanza vicino. IDrive, al confronto, richiede più lavoro per garantire la protezione di ogni singolo documento, foto e video che apprezzi.

Tuttavia, la maggior parte degli utenti, in particolare i tecnici e quelli con contenuti di alto valore, probabilmente preferiranno le capacità espanse di IDrive. Le ampie funzionalità di backup disponibili tramite l’app desktop e il fatto che è possibile controllare il processo di backup in remoto dal browser IDrive sono buoni vantaggi.

L’esperienza web di Carbonite è quasi troppo stretta. Inoltre, mentre apprezziamo la possibilità di eseguire il backup delle foto dall’app mobile Carbonite, il fatto che IDrive ci consente di eseguire il backup dei registri delle chiamate, dei messaggi di testo, dei contatti e di qualsiasi altra cosa dovrebbe entusiasmare gli utenti di smartphone.

Round: punto esperienza utente per IDrive

Logo IDrive
Logo carbonite

3

Velocità di trasferimento file

Uno dei fastidi nell’implementazione di una strategia di backup cloud è che i trasferimenti di file tra il tuo computer e i server cloud possono richiedere del tempo. Per velocizzare le cose, i migliori servizi implementano componenti architetturali come trasferimenti di file a livello di blocco incrementali e compressione dei file.

Durante questo round, vedremo se IDrive e Carbonite seguono l’esempio. Ma prima condivideremo i risultati di alcuni test di trasferimento di base che abbiamo eseguito per vedere quale servizio può spostare i file più velocemente.

IDrive vs Carbonite: test di velocità

Per misurare la velocità di download e upload per entrambi i servizi, abbiamo eseguito alcuni trasferimenti con una cartella compressa da 250 MB. Questa cartella comprende diversi tipi di file. I test sono stati eseguiti da un luogo appena fuori Boston, in Massachusetts, tramite una rete WiFi. Prima di iniziare, abbiamo verificato la velocità dei nostri dati su Speedtest.net:

  • Velocità di upload: 12 Mbps
  • Velocità di download: 32 Mbps

Tieni presente che la velocità di trasferimento dei tuoi file per entrambi i servizi potrebbe variare notevolmente a seconda della posizione in cui ti trovi e della forza della tua connessione.

Ecco i nostri risultati:

CaricareScarica
Io guido09:4601:12
Carbonite08:1001:30

Le velocità di upload di entrambi i servizi sono in linea con gli altri principali servizi cloud, il che suggerisce che gestiscono bene la compressione dei file.

Certo, se hai centinaia di gigabyte di dati da caricare, potresti ancora aspettare un po ‘. Probabilmente stai guardando caricamenti di 15-20 minuti per gigabyte. Quindi, per caricare 100 GB ci vorrebbe circa un giorno.

Per mantenere le cose in movimento, una volta eseguito il backup di un file sul cloud, di solito viene copiato di nuovo solo se si è verificato un cambiamento di file. Questo si chiama “backup incrementale”. Quasi tutti i servizi di backup su cloud lo fanno poiché altrimenti causerebbero enormi problemi di larghezza di banda. Una seconda tecnica algoritmica meno comune chiamata “backup incrementale a livello di blocco” modifica l’approccio. I trasferimenti a livello di blocco indicano che vengono copiate solo le parti del file modificate anziché caricare nuovamente l’intero file.

Utilizzando questo approccio, anziché impiegare quattro minuti per caricare un file da 250 MB, di solito ci vuole solo il tempo necessario per trasferire le modifiche. Quindi, l’aggiunta di 25 MB di dati al nostro file da 250 MB dovrebbe richiedere solo 20-30 secondi.

Sia IDrive che Carbonite implementano trasferimenti a livello di blocco, quindi sarai in buona forma in entrambi i modi. Per assicurarci che funzioni come previsto, abbiamo apportato una piccola modifica alla nostra cartella di test compressa: abbiamo rimosso un file al suo interno.

La modifica ha richiesto meno di 30 secondi per riflettere nel nostro backup online per entrambi i servizi, come previsto.

Round Three Thoughts

Sia IDrive che Carbonite hanno ottenuto buoni risultati nei nostri test di velocità. Mentre la carbonite aveva un leggero vantaggio, la differenza poteva facilmente per un fattore di posizione piuttosto che per la tecnologia stessa. Poiché vogliamo dichiarare un vincitore, abbiamo deciso di introdurre un tiebreaker dell’ultimo minuto: il servizio di corriere.

Con il servizio di corriere, i servizi di backup aggirano i processi di backup lenti e ripristini completi inviandoti un’unità esterna. Il trasferimento di dati da e verso unità esterne è molto più rapido rispetto al trasferimento su Internet.

CrashPlan offre un servizio di corriere solo per i restauri e solo se stai pagando Carbonite Prime. IDrive offre un servizio di corriere sia per il backup che per il ripristino e lo offre gratuitamente a tutti i clienti. Il servizio si chiama IDrive Express ed è un bel vantaggio se hai a che fare con centinaia di gigabyte di dati.

Round: punto velocità trasferimento file per IDrive

Logo IDrive
Logo carbonite

4

Sicurezza

A causa dell’aumento delle violazioni dei dati globali, degli attacchi ransomware, degli attacchi man-in-the-middle e della sorveglianza delle informazioni, la sicurezza è un argomento che non si dovrebbe mai trascurare quando si esaminano i servizi cloud. Gli aspetti da esaminare includono protocolli di crittografia, protezione con password e sicurezza del data center.

Io guido

Quando esegui il backup dei dati con IDrive, mantengono tutti i tuoi dati criptati sui loro server. In questo modo, chi viola i loro server non può guardare a ciò che hai memorizzato lì.

Il protocollo di crittografia utilizzato da IDrive è AES a 256 bit. AES è il protocollo raccomandato dal National Institute of Standards and Technology degli Stati Uniti. Mentre la popolarità di AES lo rende un obiettivo allettante per gli hacker, si stima che anche i supercomputer più potenti del mondo avrebbero bisogno di diversi miliardi di anni per violare la crittografia.

IDrive protegge anche i tuoi dati in transito tra il tuo dispositivo e il cloud con tunnel TLS per evitare intercettazioni.

Sia la crittografia a riposo che quella in transito sono comuni tra i servizi cloud. IDrive, tuttavia, si distingue dandoti la possibilità di impostare la crittografia end-to-end privata.

Con la crittografia end-to-end privata, solo tu conosci la tua chiave di crittografia, quindi nemmeno IDrive può decrittografare i tuoi dati. Tuttavia, significa anche che se si dimentica la password, non è possibile ottenere nemmeno i dati.

Una cosa che IDrive non offre sarebbe gradita: la verifica a due fattori. La verifica a due fattori richiede la fornitura di un codice di sicurezza in aggiunta al nome utente e alla password quando si accede da dispositivi non familiari. Impedisce alle persone che hanno rubato la password di accedere ai tuoi dati.

IDrive supporta il controllo delle versioni, tuttavia, il che significa che viene mantenuto un numero prestabilito di versioni di file precedenti. In questo modo, se sei preso di mira da un attacco di ransomware, che funziona corrompendo i tuoi contenuti, puoi semplicemente tornare a una versione non corrotta dopo aver rimosso il malware responsabile. Con IDrive, dieci copie dei tuoi file vengono conservate sia per il backup che per la sincronizzazione.

Carbonite

Carbonite protegge il tuo server di contenuti utilizzando AES a 128 o 256 bit. 128 bit viene utilizzato per impostazione predefinita, mentre Carbonite passa a 256 bit se si attiva la crittografia privata.

Come IDrive, la crittografia privata significa che hai impostato la tua chiave e Carbonite non sa mai di cosa si tratta. Ancora una volta, mentre questo fornisce il miglior livello di sicurezza, significa anche che Carbonite non può reimpostare la password in caso di smarrimento.

Una volta il problema con l’impostazione della crittografia privata con Carbonite è che devi farlo quando installi per la prima volta il programma e configuri il tuo backup. Durante tale processo, se scegli di consentire a Carbonite di gestire la tua chiave di crittografia, non potrai passare in seguito.

La crittografia in transito utilizza i tunnel TLS per impedire alle persone di spiare i tuoi contenuti mentre si spostano tra il tuo dispositivo e il data center. Carbonite supporta la verifica a due fattori, che chiama verifica in due passaggi.

L’installazione viene eseguita online accedendo al tuo account e visitando la scheda “informazioni personali”.

Round Four Thoughts

Entrambi i servizi funzionano correttamente crittografando i contenuti inattivi e offrendo agli utenti una crittografia privata. Non essere in grado di passare alla crittografia privata dopo aver deciso di consentire a Carbonite di gestire la chiave di crittografia è sicuramente un grattacapo, però.

Inoltre, Carbonite ti consente di impostare la verifica in due passaggi e IDrive no. Il fatto che sia la crittografia privata sia la verifica in due passaggi siano sul tavolo con Carbonite inclina questo round finale a suo favore, ma a malapena.

Round: punto di sicurezza per carbonite

Logo IDrive
Logo carbonite

5

Il verdetto

Sia IDrive che Carbonite offrono un grande valore e offrono esperienze utente eccellenti. Per questo motivo, nel corso degli anni, entrambi i servizi si sono costantemente classificati tra i migliori servizi di backup su cloud che abbiamo valutato. Nelle nostre classifiche di backup cloud 2017, IDrive e Carbonite si sono classificate rispettivamente al primo e al quinto posto.

Nonostante il fatto che IDrive abbia superato le nostre classifiche del 2017 e anche se i primi tre round di questo matchup sono stati raggiunti con relativa facilità, non è corretto affermare che sia la scelta ideale per tutti. Ciò che renderà Carbonite la scelta migliore per alcuni utenti si riduce alla sua memoria illimitata.

Questa capacità significa che non dovrai mai preoccuparti di gestire il tuo spazio con Carbonite e ha anche permesso a Carbonite di creare un’esperienza utente molto più semplice di quella che troverai con IDrive. Il backup del tipo di file significa backup impostato e dimenticato per te, in modo da poter dedicare tempo prezioso ad altre attività.

Per la maggior parte degli utenti, che hanno meno di 1 TB di dati di cui eseguire il backup, essere in grado di proteggere i propri computer, tablet e telefoni con un abbonamento a basso costo fornisce più valore di quanto Carbonite possa competere. Come sempre, grazie per la lettura. Ci piacerebbe conoscere i tuoi pensieri ed esperienze con entrambi i servizi.

Sentiti libero di condividere i commenti qui sotto.

Vincitore assoluto: IDrive

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map